MUSEO ALL’APERTO DI ARBAER (Antonella Giroldini)

Una ventina di vecchi edifici caratteristici sono stati trasferiti dalla loro sede originale, un museo all’aperto di 4 km a sud – est dal centro città, oltre Laugardalur. Ci sono abitazioni ottocentesche, una chiesa con il tetto di zolle, diverse stalle, fucine, fienili e rimesse per le barche, tutti molto pittoreschi. Completano il quadro gli animai domestici e, in estate , dimostrazioni di artigianato e antichi mestieri. Le visite guidate sono alle 13.

….. Diario di Bordo del nostro tour islandese … ” Reykjavik ed il meglio dell’islanda” (Antonella Giroldini)

L’Islanda è un sogno, ci pensiamo da due anni ma non riusciamo a trovare la quadra. Troppo cara, pochi giorni di ferie che peraltro non coincidono mai ed alla finiamo sempre  per rinunciare. Quest’anno finalmente è quello giusto :  il 22 agosto 2018 abbiamo finalmente preso il volo Roma – Monaco e da li quello per Reykjavik dove ci aspetta un tour di 8 giorni.  Faremo base nella capitale islandese e da li con spostamenti giornalieri visiteremo le maggiori attrazioni della costa Sud e della penisola occidentale.

Arriviamo in piena notte e tempo di dormire qualche ora il giorno successivo partiamo per una prima visita con giro panoramico a  Reykjavik .Durante il tour ci concentriamo sulle maggiori attrazioni della città: il centro storico, il Parlamento, la Cattedrale, il porto, il Museo Nazionale, Perlan e Höfði
dove è avvenuto il summit nel 1986 che ha posto fine alla guerra fredda. Il tour continua passando accanto alla piscina più grande di Reykjavik a Laugardalur, le cui vasche sono riscaldate con acqua geotermale, per poi raggiungere la chiesa
Hallgrímskirkja. E nel pomeriggio ci dedichiamo alle strade dello shopping, dove rimaniamo affascinati dal design e dalle coloratissime strade.

Il 24 agosto di mattina presto partiamo alla scoperta del Cerchio d’Oro dove facciamo tappa per visitare la regione del Thingvallavatn, il più grande lago d’Islanda. Visita al Parco Nazionale di Thingvellir, di estremo interesse naturalistico, geologico e storico. Qui, infatti, non solo ammiriamo  il fenomeno della divisione delle placche tettoniche ma visitiamo anche il luogo dove nell’antichità vi si riuniva anche l’Althingi, la più antica
forma parlamentare al mondo. Successivamente visita delle sorgenti calde di Geysir dove l’attivo Strokkur vi saluterà con i suoi alti getti d’acqua e vapore.

A pochi minuti di distanza sosta per ammirare la maestosa “cascata d’oro” Gullfoss . Si prosegue verso sud per una breve visita al “ villaggio delle serre” Hveragerði prima di rientrare a Reykjavik

Il giorno dopo è la volta della visita a Reykjanes e la Laguna Blu

In mattinata si parte per esplorare la penisola di Reykjanes, una delle aree vulcaniche più attive in Islanda. Si visita l’area geotermica di Krysuvik e del Lago Klaifarvatn con le sue sorgenti termali e pozze di fango bollente. Si
continua attraverso panorami lunari verso la Laguna Blu, che sorge nel mezzo di corrugati campi di lava. La Laguna Blu è particolarmente conosciuta per le proprietà speciali delle sue acque ricche di minerali ed i suoi effetti benefici sulla pelle.

Il 26 agosto visitiamo la Costa del Sud e Jokulsarlon. Ci si dirigiamo verso il passo Hellisheiði che offre una meravigliosa vista sul litorale meridionale. Si supera il paesino di Hveragerði chiamato anche il “ villaggio delle serre” e si continua attraverso fertili pianure e piccoli paesi ammirando in lontananza varie catene montuose nonché il maestoso vulcano Hekla. La meta della lunga giornata é ammirare la laguna glaciale di Jokulsarlon, dove gli iceberg galleggiano fino a che l’acqua dell’oceano non li scioglie.
Lungo il percorso facciamo varie tappe intermedie per ammirare le bellezze della costa sud.

Il 27 agosto dovrebbe essere un giorni di relax, ma noi decidiamo di impiegare la giornata partecipando ad una escursione proposta dalla agenzia Grey Line : Snaefellsnes Peninsula and Cave Exploration. Viaggiamo attraverso paesaggi suggestivi sulla penisola di Snæfellsnes e ammiriamo straordinarie bellezze naturali e immagini mozzafiato. Ci avventuriamo nel mondo sotterraneo di Snæfellsnes ed esploriamo grotte di lava, foche e una miriade di uccelli marini lungo la costa.

Il 28  agosto ci dedichiamo ad un tour per l’Avvistamento Balene. Il pomeriggio lo dedichiamo a visitare al museo all’aperto di Arbaer , dove passiamo un piacevole pomeriggio tra una ventina di case ottocentesche che riproducono la vita quotidiana.

na della popolazione dei primi del ‘900.

Abbiamo ancora tutta la giornata a disposizione grazie alla scelta di un volo che ci riporterà in Italia partendo da Reykjavik a mezzanotte e ci dedichiamo alla scoperta di una  zona a 5 km dalla capitale che è Riserva Naturale, Grotta . 

Salutiamo quindi l’Islanda con la riconoscenza di averci regalato panorami mozzafiato, emozioni intense ed una serenità inaspettata.