“Operazione Riccio Capriccio”. I comici Milani & De Santis per una donna della Casa Famiglia Il Tetto

La Casa Famiglia Il Tetto Mamma-Bambino ha organizzato uno spettacolo per una delle donne ospitate nella struttura, che necessita dell’ennesima operazione per recuperare un volto e riprendere la propria vita.

Martedì 13 dicembre, ore 21.00, al Teatro San Luigi Guanella (Via Girolamo Savonarola 36, Roma) i comici di Colorato Milani & De Santis metteranno in scena uno spettacolo di raccolta fondi per “L’Operazione Riccio Capriccio”. Il prezzo del biglietto è di 17 euro e il ricavato aiuterà questa donna ospitata dal centro A.R.P.J Il Tetto nel suo lungo percorso per tornare alla normalità.

img_3076-2

Al Teatro Roma: “Finché notte non vi separi” (Antonella Giroldini)

 

14433015_10209994549636843_5573186335608625643_n

Il matrimonio fa paura a tutti, questo è un dato di fatto. Ed è forse per questo che gli autori Gianluca Irti, Marco Capretti, nonché Pablo e Pedro, hanno pensato che i dubbi e le perplessità dell’ultima notte da scapolo potessero essere messe sotto esame per la gioia di chi ancora non ha fatto il grande salto. Finché notte non vi separi”, in scena in questi giorni al Teatro Roma è un excursus ironico sul difficile diventare mariti, dopo essere stati fidanzati felici. A dare voce al prossimo sposo è Marco Capretti, ormai presenza fissa del programma “Made in Sud”, veterano presenziatore del palcoscenico e che incalza nella commedia come un uomo in preda a tante perplessità prima di convolare a nozze con la sua Francesca, interpretata da una spumeggiante e bravissima Francesca Milani.

15107291_10211397572924738_6907705573784780481_n

La storia è quella di Marco che fa un incontro galeotto prendendosi una bella scuffia per la sconclusionata cubista del luogo. Poi l’uomo in questione si lascia accalappiare e condivide suo malgrado gli amici di lei, la contorta famiglia, insomma tutto ciò che può infastidire l’idillico e passionale rapporto dei primi tempi. A pochi passi dal matrimonio Marco ripensa a ritroso a tutto il suo rapporto, ne vede le lacune, ma è la paura di omologarsi agli altri. Marco Capretti diventa così il nostro esperto di coppia e propone le lacune di tanti uomini e donne che stanno insieme e che a volte si sposano perché non hanno più niente da dirsi, un po’ come la fatidica frase del film cult “4 matrimoni e un funerale”, ma nonostante un sacerdote improvvisato che rema contro, un suocero manipolato dalla moglie e altri fastidiosi personaggi che vorrebbero dissuaderlo sulle nozze, lui sceglierà la routine come la maggior parte degli uomini in circolazione

 

URAGANO…. (Antonella Giroldini)

Il Progetto
Lo spettacolo teatrale “Uragano” è il coronamento di un Progetto, un “Laboratorio Teatrale” che muove i primi passi , nel settembre 2015, in seno all’Associazione ”Donna e Politiche Familiari”.
img_2196
Lo spettacolo è  andato in scena il 19 e 20 novembre, all’Antica Stamperia Rubattino, a Testaccio. Le storie sono vere e sono state scritte e adattate dalle stesse attrici non protagoniste che con l’aiuto del  regista le hanno sceneggiate e le raccontano in scena.
Questa volta la violenza domestica è raccontata dal di dentro. Niente stereotipi sull’argomento, nessuna scena truculenta o gratuite rappresentazioni di raptus di follia: “semplicemente” storie di donne, mamme, bambine qualsiasi che come tante, purtroppo, hanno vissuto la violenza, in forme diverse, ma sempre violenza, tra le mura domestiche.