MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DELLA SIBARITIDE (Antonella Giroldini)

Inaugurato nel 1996 in un nuovo edificio nei pressi dei Laghi di Sibari, area lagunare straformata in un porticciolo turistico, accoglie i materiali rinvenuti negli scavi della città e del territorio circostante.  Il museo accoglie materiali del periodo protostorico e arcaico rinvenuti nel territorio. Lo spazio maggiore è dedicato ai reperti urbani, con frammenti architettonici arcaici, ceramica sub geometrica greco – orientale o rodia, pettorali in lamina d’argento e oro sbalzata, ceramica importata da Corinto, Atene, Sparta, Ionia e dalle isole egee, statue e piccoli bronzi di età romana. Il reperto più noto è il Toro cozzante, statuina bronzea  simbolo della città di Thourioi. Importante è anche il gruppo di reperti da santuari del territorio, con terrecotte e statuette fittili.

DUBROVNIK (Antonella Giroldini)

Chiamata anche “la perla dell’Adriatico “, Dubrovnik è una città unica al mondo. Non solo a causa delle sue piazze in marmo  e dei palazzi veneziani, né per lo stupefacente barocco delle chiese con le statue di san Biagio. Ciò che rende Dubrovnik tanto speciale è il suo straordinario passato.  Per secoli, questo animato porto marittimo fu retto da un governo autonomo, la Repubblica di Ragusa. Abitata da mercanti e diplomatici, questa città – stato fiorì grazie ai commerci, arrivando persino a rivaleggiare con Venezia. Ragusa era non solo prospera, ma anche artisticamente e socialmente progressista a abolì molto presto la tratta degli schiavi. Dopo lunghe vicende, la Repubblica fu conquistata dalle truppe napoleoniche ed entrò a far parte della Croazia.

Ai nostri giorni, la semplice bellezza della città antica, perfettamente conservata, non finisce mai di stupire i visitatori. Benché sia stata distrutta varie volte, né i terremoti, né gli assedi sono riusciti a scuotere lo spirito del suo popolo. Per godere di una visita spettacolare della città vecchia, fai una passeggiata lungo le mura. Oltre la città fortificata, potrai scoprire ampie spiagge, fitti boschi e lussureggianti isole da esplorare.

 

Isola di Giannutri (Antonella Giroldini)

L’arco o la falce di luna, simboli di Diana – Artemide, furono le forme evocate in età classica dalla più meridionale delle isole dell’ Arcipelago Toscano, larga appena 500 metri, ma con uno sviluppo costiero di 11 Km. Alte e frastagliate le coste, dove nel calcare dolomitico si aprono numerose grotte. A cala maestra sono le rovine di una villa romana con una darsena e terme. Altro approdo è alla bella cala dello Spalmatoio, riparata e fornita di spiaggetta. L’isola è privata: permessi solo per visite giornaliere.

 

SARTEANO (Antonella Giroldini)

Sarteano , centro termale in area etrusca sui primi contrafforti settentrionali del monte, sovrastato dal Castello, costruito intorno al Mille e ristrutturato dai senesi quattro secoli più tardi. Da vedere, nell’alternarsi di palazzi medievali e dimore ottocentesche che caratterizzano il centro storico, la Collegiata, eretta nel XII secolo con materiali di recupero d’epoca romana e nella chiesa di S. Martino in Foro, riadattata in stile neoclassico nel 1841, un’Annunciazione di Domenico Beccafumi. Il Museo Civico Archeologico ospita materiali locali con reperti di antica e recente scoperta oltre a testimonianze archeologiche nelle necropoli vicine. Un ambiente rappresenta la ricostruzione della tomba della Quadriga Infernale, rinvenuta nel 2003 nella necropoli delle Pianacce, per gli affreschi tra le più significative di pittura parietale eetrusca del IV secolo a. Cristo.

TERME SABINE (Antonella Giroldini)

Le Terme Sabine di Cretone, immerse nel verde della natura circostante ed ai piedi di un rigoglioso bosco offrono un’opportunità unica di svago e relax essendo dotate di 3 grandi piscine, di cui una per bambini, alimentate direttamente da sorgenti termominerali sulfuree.

Si avvalgono di un’acqua nota per le sue proprietà terapeutiche e cosmetiche fin dall’antichità e dal 1987 sono riconosciute dalla sanità per il trattamento di malattie della pelle, delle vie biliari, dello stomaco, artroreumatiche nonché di affezioni all’apparato respiratorio.

Le terme di Cretone permettono di regalarsi una giornata all’insegna del benessere con i suoi trattamenti, massaggi, cure termali.

Il complesso è dotato anche  di 2 campi da calcetto, un’area fitness,, 4 campi da tennis e, per la sera, di un ristorante. D’estate c’è anche la possibilità di fare il bagno di notte.

Tra i tanti servizi che le Terme Sabine offrono c’è lo spazio massaggi ed estetica. C’è la possibilità di scegliere tra una serie  diversa di massaggi che circondano la sfera estetica, terapeutica e soprattutto di rilassamento. Il  reparto massoterapico lavora affiancato al servizio medico delle Terme ed esegue terapie integrative all’idromassaggio ed alla sauna. Il reparto estetico si occupa degli inestetismi della pelle in generale e della cura e conservazione degli stessi, appoggiato da uno Staff medico estetico. E’ possibile provare un rigenerante massaggio olistico o una re-equilibrante seduta di riflessologia plantare.

Per chi lo desidera, le terme sono arricchite da un servizio di animazione che permette di praticare aerobica, beach volley, gym soft, step, acqua-gym spinning etc tennis e calcetto. Per i più piccoli un divertentissimo mini club e possibilità di corsi di ceramica. Il complesso che copre un’area di circa tre ettari attrezzati dispone di ampi Solarium sia pavimentati che a verde e consente di usufruire all’interno di servizi di tavola calda – bar, spogliatoi, guardaroba, sala maxi video etc.

 

Alle Terme Sabine di Cretone, si organizzano Centri Estivi Sportivi per bambini e bambine dai 5 ai 12 anni. I ragazzi faranno sport e altre attività, immersi nel verde della natura delle Terme Sabine di Cretone. Nuoto, Tennis, Calcio e Minivolley.