Dubai: i moli lungo il Dubai Creek (Antonella Giroldini)

A passaggio lungo l’animato Creek, lasciatevi conquistare dai sui moli affollati di chiatte.

Una passeggiata al fresco della sera lungo il Dubai Creek e i suoi caotici moli è un esperienza davvero meravigliosa.

Sebbene lungo il fiume esistessero piccoli villaggi di pescatori già 4.000 anni fa l’attuale insediamento sul Creek ha avuto origine intorno al 1830, quando il ramo Maktoum della tribù bani vasi si trasferì nella zona, fondando un porto franco che allettò i mercanti persiani.

La zona dei moli si estende fino alla dogana del porto vicino all’ Al – Maktoum Bridge in direzione dello Spice Souq. I dhow , tradizionali  velieri in legno del Golfo, che collegano i porti del Kuwait a quelli dell’Iran e l’Oman con l’India fanno scalo in questi moli a ogni ora del giorno e della notte per caricare e scaricare le loro merci.

Castelnuovo Berardenga (Antonella Giroldini)

Bandiera Arancione del Tci, il centro, ai margini sud – orientali del Chianti, sopra un colle che domina le valli dell’Ombrone e del torrente Malena, conserva tratti di mura e la torre di un castello eretto dai senesi nella seconda metà del Trecento, sulle cui rovine venne costruita villa Chigi, circondata da un ampio parco. E questo è ogni estate splendido scenario degli spettacoli del Bruscello, antica forma espressiva di canto di teatro originaria delle terre tra Val di Chiana e Valdelsa recuperata in Chianti nel Novecento, che vede l’intera comunità impegnata nella realizzazione dell’evento.

 

GRAND BASSIN MAURITIUS (Antonella Giroldini)

Secondo una leggenda, Shiva e sua moglie Paravati stavano sorvolando la terra a bordo di uno strano marchingegno fatto di fiori quando rimasero abbagliati da un’isola circondata dal mare color smeraldo . Shiva che traportava il Gange sulla testa per proteggere il mondo dalle alluvioni, decise di atterrare e lasciò cadere qualche goccia, che toccando terra formò un lago. Il Gange si disse dispiaciuto che la sua acqua venisse abbandonata in un’isola disabitata, ma Shiva replicò che gli abitanti delle sue sponde si sarebbero un giorno trasferiti in questo luogo e vi avrebbero compiuto ogni anno un pellegrinaggio, offrendogli in dono l’acqua del lago.

L’affascinante isola era ovviamente Mauritius, mentre il leggendario lago nel cratere è oggi noto come Grand Bassin (Ganga Talao). Si tratta di un importante luogo di culto , dove ogni anno fino a 500.000 fedeli hindu mauriziani si recano a rendere omaggio a Shiva durante le celebrazioni del Maha Shivaratri. Questa grande festa ha luogo per tre giorni a febbraio o a marzo ( a seconda del ciclo lunare)  ed è il più importante evento hindu al di fuori dell’India.

I  pellegrini più devoti camminano dal loro villaggio fino al lago sacro e trasportano il Kanvar, una ghirlanda o un arco di legno leggero decorato con fiori di carta.