PARCO NAZIONALE DI THINGVELLIR (Antonella Giroldini)

Il Parco Nazionale di Thingvellir , 40 km a nord – est del centro di Reykjavik, è il sito storico più importante di tutta l’Islanda , nonché un luogo di grande fascino. Nel 930 d.C. i Vichinghi vi fondarono il primo Parlamento democratico del mondo, l’Alpingi . Le assemblee si svolgevano all’aperto e, come nel caso di molti siti dell’epoca delle saghe , oggi sono visibili solo le fondamenta di pietra degli antichi accampamenti. Il sito si trova in un ambiente naturale di bellezza straordinaria, in un’immensa vallata di fiumi e cascate , create dall’incontro della placca tettonica nordamericana con quella euroasiatica. Thingvellir, il primo parco nazionale del paese, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2004.

La Pianura di Thingvellir è situata nel punto di confluenza di due placche tettoniche, quella del Nord America e dell’Europa, che si allontanano l’una dall’altra da un minimo di 1 mm e un massimo di 18 mm all’anno. Di conseguenza, la pianura è segnata da fessure spettacolari, laghetti e fiumi.

CIRCOLO D’ORO (Antonella Giroldini)

Spiagge nere, geyser che eruttano di campi geotermali, cascate roboanti, vulcani quiescenti e scintillanti calotte di ghiaccio che si stagliano all’orizzonte: nella bellissima regione sud – occidentale si trovano molte famose meraviglie naturali, perciò è una zona relativamente affollata e sempre più sfruttata dal punto di vista turistico. Non lontano da Reykjavik il Circolo d’Oro (un itinerario turistico comprendente Thingvellir, Geyser e Gullfoss ) richiama molti visitatori, ma evitando le ore di punta o spingendovi oltre troverete tutto lo splendore che cercate. Addentrandosi nella regione, i paesaggi si fanno più spettacolari. I siti turistici più famosi sono la Laguna Blu e Thingvellir (dove si trovano una fossa tettonica e il sito dell’antico Parlamento) , a breve distanza dalla capitale. Al largo della costa c’è l’arcipelago delle Vestmannaeyair , mentre alle stremità della regione ci sono i potenti vulcani Hekla ed Eyjafjallajökull, i vivaci paesini di Skogar e Vik , e le vallate nascoste di Thormork e Landmannalaugar.