leggendo PACO IGNAZIO TAIBO II “SENZA PERDERE LA TENEREZZA – vita e morte di Ernesto Che Guevara”. Il Saggiatore

..o l’infanzia è destino , come diceva lo psicologo messicano Santiago Ramirez in una delle sue uscite più felici e si stanno registrando nella memoria da poco sviluppata del personaggio centrale che daranno origine agli atti del futuro, oppure l’infanzia è un processo casuale, è la preistoria di un cittadino che costiuisce se stessonel corso della vita facendo appello alla volontà e al libero arbitrio.

…piuttosto la reazione a uno dei grandi peccati che ha fissato nel suo decalogo, un peccato imperdonabile: l’offesa della dignità. Si può usare la durezza, ma mai, mai l’iganno.

….il giovane Che Guevara scrive nei suoi appunti di viaggio – mi rendo conto di avere maturato in me qualche cosa che da tempo cresceva nel frastuono cittadino: l’odio per la civiltà, la razz, immagine di persone che si muovono come impazzite al ritmo di quel tremendo rumore ……

MALEDETTA PARSIMONIA, QUELLA TREMENDA ABITUDINE DI CHIEDERE L’IMPOSSIBILE AI SUOI UOMINI, E DI PENSARE POI CHE L’IMPOSSIBILE SIA SOLO IL MINIMO INDISPENSABILE….

…..Si è molto sviluppato in me il senso collettivo in contrapposizione al privato sono sempre il solitario che ero, alla ricerca della mia strada senza l’aiuto di nessuno, ma adesso ho il senso del mio dovere storico. non ho casa, ne moglie, ne figli, ne genitori, ne fratelli, i miei amici sono tali finchè la pensano politicamente come me, e tuttavia sono felice, sento la presenza di qualcosa nella mia vita, non solo una grande forza interiore, che ho sempre sentito, ma anche la capacità di trasmetterla agli altri, e il fatalismo della mia missione mi toglie ogni timore …

..uno fa quello che può quando quando parte svantaggiato; sono argentino, mi sento come perduto tra i tropicali. Mi riesce difficile aprirmi e non ho le doi comunicative di Fidel. mi rimane il silenzio ….se per questo motivo non riesco simpatico all’inizio, almeno mi rispettano perchè sono diverso…

Pubblicato da

anto1973giroagiroldini

e come dice una mia amica ..ti rispecchia in pieno ;) Io "DONNA" Non leggo istruzioni. Schiaccio pulsanti finchè funziona. Non ho bisogno di alcool per essere imbarazzante. Mi riesce senza! Se fossi un uccello saprei già a chi cagare addosso! Non sono bisbetica, sono emozionalmente flessibile! Le parole più belle al mondo ? " vado a fare shopping" Non ho difetti! Sono "effetti speciali"! Donne devono avere l'spetto di Donne non di ossa rivestite! Non è ciccia! E' superficie eroticamente utilizzabile. Pertdonato e dimenticato? Non sono nè Gesù nè ho l'Alzheimer! Noi donne siamo angeli e se ci rompono le ali continuiamo a volare- su scopa!Perchè siamo flessibili. Quando Dio ha creato gli uomini ha promesso che uomini ideali si sarebbero trovati ad ogni angolo e poi ha fatto la terra rotonda. Sulla mia lapide deve essere inciso: Non fare quella faccia, anch'io avrei preferito essere stesa in spiaggia! E già, Noi Donne siamo uniche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...