CAPODANNO ALLE TERME (Antonella Giroldini)

Eravamo davvero stanche del solito capodanno e così quando abbiamo visto che a Chianciano si poteva passare un capodanno a mollo nelle vasche termali brindando al nuovo anno in accappatoio, costume e ciabattine non ci abbiamo pensato due volte!

E tra le due offerte : capodanno alle Terme Sensoriali o alle Piscine Termali Theia, abbiamo optato per la seconda opzione.  Eravamo curiose , infatti, mentre le terme sensoriali erano per noi già state una meta qualche anno prima, le piscine Theia non le avevamo trovate aperte.

Suggestivo lo spettacolo del bagno notturno e bella esperienza nel complesso, ma sicuramente per chi desidera un percorso termale vero e proprio nulla a che vedere con le Terme Sensoriali.

E se qualcuno avesse paura di aver fame, ecco il menù previsto:

Alle Piscine Termali Theia dalle 21,30 alle 2,00 del mattino si festeggia fra le 7 vasche con acqua termale a 36⁰C e un menu speciale:
Crostini agli antichi sapori Toscani

Prosciutto di Norcia

Pecorino stagionato nelle Vinacce, Pecorino con le noci, Pecorino Cento fiori

Salame e Finocchiona di Cinta Senese con Focaccia all’olio.

Ricotta fresca di Pienza

Spiedini di Caprese

Insalata di orzo perlato con i sapori della nostra campagna

Quadrucci di Polenta al ragù di Cinghiale

Cannelloni ripieni con dadolata di verdure in vellutata di Taleggio e Pecorino

Pici al ragù di ristretto di carne Chianina dop

Filetto di Maialino Brado cotto a legna agli agrumi e foglie di Alloro

Sformato di Cardi e Patate

Insalatina Campagnola

Panettone Magnum ripieno

Dolcetti delle feste

Carpaccio di Ananas e Melone

Acqua Minerale

Vino Rosso/ Bianco della nostra terra / Spumante dolce e brut

 

Terme sensoriali di Chianciano Terme (Antonella Giroldini)

Le Terme sensoriali di Chianciano immerse nella campagna toscana si basano su una collaborazione tra  la naturopatia l’esperienza termale.

Alle Terme sensoriali si possono scegliere tra cinque diversi percorsi:  depurativo, energizzante, riequilibrante, rilassante (ai quali si aggiunge un percorso del gusto), semplicemente decidendo uno specifico ordine da seguire per vivere la propria esperienza nelle 20 stanze ed attività che si incontrano: vasche con idromassaggi, una di acqua salina, la piramide energetica, il melmarium, l’ice crash,  due saune, il bagno turco, le doccia emozionale, la fonte dell’Acqua Santa (una suggestiva scultura evocativa della sorgente che si trova nel Parco circostante), l’aromaterapia, la cromoterapia, la musicoterapia, il percorso Kneipp e la stanza del silenzio interiore, un bel giardino esterno e una sala relax. Sulla base della scelta del percorso – che potrà anche essere personalizzata dal colloquio con il Naturopata – si otterrà uno specifico risultato.

Al piano superiore delle Terme sensoriali si può anche usufruire del Centro Benessere,  studiato per coniugare le moderne tecnologie per la remise en forme ed il rilassamento psico-fisico con l’estetica classica e le tecniche derivate dalla saggezza orientale, dalla naturopatia e medicina olistica.

Le Terme Sensoriali si arricchiscono di un ulteriore senso, quello del gusto, grazie al percorso a buffet ideato dal professor Nicola Sorrentino, direttore scientifico delle Terme Sensoriali e specialista in Scienza dell’alimentazione e Dietetica, in Idrologia, Climatologia e Talassoterapia. Un percorso salutare dove la leggerezza dei piatti si sposa, all’interno di una raffinata sala, con la bontà, stimolando anche gli altri sensi.

Ogni dettaglio è curato, persino i colori degli alimenti proposti. Secondo gli esperti di cromoterapia le funzioni dell’organismo sono influenzate, oltre che dalla composizione degli alimenti, anche dal loro colore e di conseguenza ci si può curare, disintossicarsi ed addirittura dimagrire seguendo una dieta che tenga in considerazione le tinte degli alimenti.