Riserva Naturale Monte Soratte (Antonella Giroldini)

Da Sant’ Oreste si può salire verso la vetta del monte Soratte, citato da Orazio e Virgilio, vero e proprio balcone affacciato sull’area settentrionale, della Provincia di Roma. Nella Riserva Naturale Monte Soratte che copre circa 410 ettari si trovano alcuni imponenti abissi e una serie di sentieri consentono piacevoli e panoramiche passeggiate. Tra questi il percorso degli eremi conduce, partendo dal confine del parco a poca distanza da Sant’Oreste, alla cappella dell’Annunziata , poi alla chiesa di S. Lucia sulla prima delle vette del monte e poi alla chiesa di S. Silvestro, sulla vetta principale e infine al piccolo eremo di S. Sebastiano a poca distanza dalla panoramica chiesa.

SANT’ ORESTE (Antonella Giroldini)

Da Fiano Romano, una deviazione di circa 16 km conduce al paese di Sant’Oreste  che, nonostante una origine medievale, ha un aspetto rinascimentale. Il Palazzo Canali è stato probabilmente progettato dal Vignola, mentre il Monastero Agostiniano di Santa Croce si articola nell’antico Palazzo Abbaziale e nella Collegiata di S. Lorenzo Martire.

IMG_7280 IMG_7283 IMG_7284

Alessandro al Campanile – Sant’Oreste (Antonella Giroldini)

Facendo un giro nei dintorni di Roma ci fermiamo a Sant’Oreste,  un bel paese che si trova ai piedi del monte Soratte a pochi Km da Roma . Pranziamo in un caratteristico locale che è stato realizzato ristrutturando un’antica abitazione del paese trasformandola in un simpaticissimo ristorante.

Ci fermiamo davanti ad un portoncino rosso e bussiamo. Salendo le scale  veniamo accolti da Alessandro  e dal Suo staff.

Quello che subito nota è la calda accoglienza che tutto il personale riserva ai propri ospiti: sembra proprio di essere invitati a casa di un amico!

La padrona di casa è un personaggio veramente simpatico che entra subito in empatia con le persone che ospita e si entra veramente in empatia subito con lei!

Le sale del locale sono arredate in modo molto colorato e ricche di particolari. Ci sono dei tavoli anche vicino alla terrazza da cui si gode di un panorama fantastico!

I piatti sono variegati e gustosi. Il locale adotta il menù fisso che varia di giorno in giorno. Sono previsti antipasti vari , due primi, un secondo con contorno, dolci fatti in casa, caffè e bevande (vino a volontà sia bianco che rosso locali) . L’abbondanza garantita e media qualità.

Gli antipasti sono il vero piatto forte: salumi (coppa romana, salame), formaggio primo sale con miele, fagioli all’uccelletto, insalata russa, polenta servita su pratici taglieri di legno con una salsa particolare: molto buoni tutti quanti!

Decisamente Buona la grigliata di carne ed il risotto!

La signora dei dolci è divertentissima, i dolci uno spettacolo da provare – anche quelli tanto sono inclusi!
Buono buono buono!