DUE SFINGI (Antonella Giroldini)

DSC_1898Arenaria

Dimensioni: C. 1408: 135,6x95x296 cm;

C.1409:142X89X302,5 cm

Nuovo Regno: XIX -XX donastia (ca 1250 -1145 a.C. )

Provenienza: probabilmente Tempio di Khonsu, Karnak, in seguito Collezione Drovetti, 1824

La Sfinge egizia, dal corpo di leone con testa di uomo ( con o senza barba diritta), era una rappresentazione simbolica del faraone. Generalmente è raffigurata accovacciata, con un copricapo Nemes. Un viale fiancheggiato da sfingi spesso costituiva una via processionale che collegava i templi, soprattutto quelli dedicati a divinità solari come Amon – Ra, Ra – Harakhti ecc. A volte i viali con le sfingi servivano a collegare due cappelle.

Le Sfingi del Museo Torinese erano entrambe di notevoli dimensioni, lunghe circa tre metri, e presentano chiaramente i caratteri del periodo rammesside; hanno entrambe il viso largo con guance paffute, palpebre segnate e bocca piccola dalle labbra spesse. Sono caratteristici del periodo anche i solchi ai lati della bocca e i lobi  delle orecchie forati. L’ iscrizione non indica il nome del re, ma si ritiene che le sculture possano al regno di Ramesse III.

DSC_1899