GIORDANIA – JARASH (Antonella Giroldini)

045

La protezione di sabbia e terra e il lungo lavoro di restauro hanno reso l’antica Gerasa una vera e propria sorpresa per i visitatori. Sebbene l’area archeologica riportata alla luce sia solo in minima parte di quella complessiva, la ricchezza del sito, i colori delle pietre, l’eleganza dei templi e dei teatri ne fanno sicuramente una meta da non perdere.  La sua storia millenaria, desunta dalle tracce  delle varie civiltà che si sono succedute dall’età del Bronzo all’epoca abbaside, è stata sicuramente favorita dalla posizione geografica, a ridosso della regione collinare di Gilead, ricca di acqua.

In perfetto stato di conservazione, ha forma ellittica ed è considerata una delle più straordinarie costruzioni di Jarash. Lunga 90 m e larga 80, era circondata  da un largo marciapiedi sovrastato  da un colonnato ionico del I secolo d.C. , sormontato da tutta la sua lunghezza da un architrave decorato. La pavimentazione ha la particolarità di essere formata da grosse lastre di pietra calcarea nella parte esterna e da pietre nella parte esterna e da pietre di dimensioni più piccole verso il centro della piazza si trovano le fondamenta di una struttura quadrata, che in epoca romana era probabilmente la base di un monumento, trasformato in fontana nel VII secolo. La colonna sovrastante, invece, è un’aggiunta moderna,  posta per sostenere la fiamma del festival.

L’antica Gerasa della Decapoli: un sito archeologico di grande interesse storico e di grande impatto emotivo . Sopravvissuto all’opera distruttrice del tempo grazie alla stratificazione secolare di sabbia e terra, è stato opera di un lavoro di restauro e di recupero che ha rivalutato la zona monumentale e pubblica della città . Il magnifico cardo massimo ne rappresentava la spina dorsale e pubblica appunto  – dalla vita cttadina e via d’accesso alle terme, ai mercati, alle zone di culto . Interrotto da due decumani, nord e sud, il cardo si rivela spettacolare alla luce del sole che tramonta , quando le colonne si accendono di tinte dorate che le rendono maestose. Città dalle mille anime, per la sua posizione, per l’abbondanza d’acqua delle colline circostanti, per l’importanza delle sue attività commerciali, ha sempre attratto i popoli dominanti. E quasi sempre le nuove presenze l’hanno ampliata, arricchita, facendone ora un centro cristiano, ora musulmano. Jarash oggi è diventata simbolo dell’incontro tra espressioni culturali diversi, grazie agli spettacoli che vi svolgono durante il Jordan Festival tra fine luglio e inizi agosto, attirando un numero crescente di spettatori. ù

005

 Teatro sud: Era il più grande di Gerasa. La Cavea poteva ospitare 3500 spettatori, distribuiti nei due settori in cui si suddividevano le 32 file di sedili, alcuni dei quali contrassegnati da lettere greche incise nella pietra che servivano a facilitarne la prenotazione . Ai piedi della prima fila di gradinate è incisa sul podio un’iscrizione in greco. Il palcoscenico, molto bello, è ricco di decorazioni ed è stato accuratamente restaurato. Il teatro ha un ottima acustica, amplificata anche dalle nicchie scavate del podio, che servivano da piccole casse di risonanza. In occasione delle naumachie, l’orchestra veniva allargata e trasformata in una grande piscina con l’ausilio di tubazioni di carico e scarico e paratie stagne.

IMG_0736

Tempio di Artemide: considerato il monumento più famoso di Jarash, è caratterizzato dalle raffinate colonne corinzie del peristilio. Alcune di esse, per la particolare costruzione a incastro, hanno lo strano effetto di oscillare impercettibilmente. Il complesso ha subito numerose alterazioni e modifiche nel corso dei secoli.

052

Pubblicato da

anto1973giroagiroldini

e come dice una mia amica ..ti rispecchia in pieno ;) Io "DONNA" Non leggo istruzioni. Schiaccio pulsanti finchè funziona. Non ho bisogno di alcool per essere imbarazzante. Mi riesce senza! Se fossi un uccello saprei già a chi cagare addosso! Non sono bisbetica, sono emozionalmente flessibile! Le parole più belle al mondo ? " vado a fare shopping" Non ho difetti! Sono "effetti speciali"! Donne devono avere l'spetto di Donne non di ossa rivestite! Non è ciccia! E' superficie eroticamente utilizzabile. Pertdonato e dimenticato? Non sono nè Gesù nè ho l'Alzheimer! Noi donne siamo angeli e se ci rompono le ali continuiamo a volare- su scopa!Perchè siamo flessibili. Quando Dio ha creato gli uomini ha promesso che uomini ideali si sarebbero trovati ad ogni angolo e poi ha fatto la terra rotonda. Sulla mia lapide deve essere inciso: Non fare quella faccia, anch'io avrei preferito essere stesa in spiaggia! E già, Noi Donne siamo uniche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.