Fuerteventura (Antonella Giroldini)

009

Seconda isola dell’arcipelago per dimensioni dopo Tenerife, Fuerteventura è anche la più vicina alla costa africana. Il paesaggio rappresenta notevoli affinità con quello dell’Africa, soprattutto se si osservano i tetti piatti delle case , costruiti in modo da raccogliere l’acqua piovana. Gli insediamenti, spesso senza un centro preciso, sono sparsi sulle pianure e inframmezzati da cactus, arbusti e allevamenti di capre. Sotto altri aspetti ricorda la vicina Lanzarote, ma più colorata: i vulcani assomigliano a cumuli di zafferano, peperoncino e coriandolo, surreali triangoli di spezie esotiche.

La Fuerteventura è baciata dal sole tutto l’anno e offre le spiagge più belle e ampie della Canarie. I venti dell’Atlantico che un tempo permettevano il funzionamento di centinaia di mulini oggi sono una manna per gli appassionati di windsurf  e kitesurf.

044

Le spiagge migliori : Fuerteventura è famosa per le sue splendide spiagge, le migliori delle quali si trovano nella parte meridionale, dove interminabili distese di sabbia ricordano più il paesaggio dei Caraibi che quello delle Canarie: Morro Jable ha un’ ampia e spettacolare spiaggia ad arco, un eccellente centro per gli sport acquatici e un esteso lungomare per gli appassionati di jogging ( che però dovranno fare lo slalom fra i turisti). La spiaggia migliore della Penisola de Jandia per il windsurf è la Playa de Sotavento de Jandia, che vanta 22 km di sabbia bianca e, come dice il nome stesso si trova sottovento ; anche il kitesurf sta iniziando a essere molto praticato La Costa Calma e la Caleta de Fuste, ideali per le famiglie, hanno splendide spiagge di sabbia dorata con acque poco profonde e attività per i bambini, mentre Coralejo, a nord, offre una una piccola spiaggia sabbiosa nella zona centrale e, a sud della città, dune di sabbia  bianchissima che nascondono spiagge appartate e incantevoli calette rocciose. Sempre a nord, spingetevi oltre il castello di El Cotillo per scoprire un litorale più selvaggio, con tanto di sculture , gabbiani e magnifiche onde per il surf.

003

Il suo paesaggio tranquillo ma ricco di contrasti offre splendide opportunità per escursioni a piedi, con oasi, crateri vulcanici, tenute abbandonate e coste rocciose a disposizione dei più intrepidi. Anche la riserva naturale di Los Lobos è una meta perfetta per gli escursionisti; dirigendosi a destra appena scesi dal traghetto potrete fare il giro completo dell’isola. La scalata della Caldera de Montana merita invece una menzione per la magnifica che si può godere dalla cima.

197

192

A Puerto del Rosario, il capoluogo dell’Isola, l’unico posto da visitare è la modesta Casa/Museo Unamuno. Il filosofo e scrittore Miguel De Unamuno, esiliato per essersi opposto alla dittatura di Primo de Rivera, nel 1924 alloggiò in questa dimora. In seguito si rifugiò in Francia, per poi tornare a occupare la propria cattedra all’università di Salamanca nel 1931, quando i repubblicani salirono al potere.  Quattro camere al pian terreno sono state arredate con mobili risalenti ai tempi di Unamuno: da segnalare la stanza da letto ( con tanto di vaso da notte!) e lo studio con lo scrittoio originale. All’ingresso verrete accolti con grande cordialità, ma le informazioni vengono date solo in spagnolo.

020

L’intero di Fuerteventura è uno dei territori più variegati che si possano trovare su questa isola prevalentemente desertica. Le imponenti montagne di Parque Natural de Betancuria sono interrotte, a sud, da un’oasi punteggiate di palme, Vega del Rio de Palmas. La costa occidentale e quella orientale sono costituite da scogliere rocciose inframmezzate da piccole spiagge di ciottoli neri e da villaggi di pescatori in cui il tempo sembra essersi fermato. Le pianure centrali color rame intorno ad Antigua, invece, sono costellate di vecchi mulini a vento che risalgono a un paio di secoli fa.

Betancuria, questo grazioso villaggio ricco di vegetazione, nascosto nei recessi delle colline basaltiche, è un mosaico di muretti a secco, palme e semplici case rurali imbiancate a calce, dominato da una magnifica chiesa del XVII secolo con un suggestivo chiostro.

033

Difronte alla chiesa troverete il Museo Artesania, un museo con annesso un centro artigianale dove potrete vedere tessitori e altri artigiani al lavoro, assaggiare il tipico formaggio della zona, guardare un filmato di 20 minuti sulla cultura locale e visitare una piccola esposizione di antichi utensili e macchinari agricoli e domestici

034

Pubblicato da

anto1973giroagiroldini

e come dice una mia amica ..ti rispecchia in pieno ;) Io "DONNA" Non leggo istruzioni. Schiaccio pulsanti finchè funziona. Non ho bisogno di alcool per essere imbarazzante. Mi riesce senza! Se fossi un uccello saprei già a chi cagare addosso! Non sono bisbetica, sono emozionalmente flessibile! Le parole più belle al mondo ? " vado a fare shopping" Non ho difetti! Sono "effetti speciali"! Donne devono avere l'spetto di Donne non di ossa rivestite! Non è ciccia! E' superficie eroticamente utilizzabile. Pertdonato e dimenticato? Non sono nè Gesù nè ho l'Alzheimer! Noi donne siamo angeli e se ci rompono le ali continuiamo a volare- su scopa!Perchè siamo flessibili. Quando Dio ha creato gli uomini ha promesso che uomini ideali si sarebbero trovati ad ogni angolo e poi ha fatto la terra rotonda. Sulla mia lapide deve essere inciso: Non fare quella faccia, anch'io avrei preferito essere stesa in spiaggia! E già, Noi Donne siamo uniche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.