Qualcosa su di me…

Sono una quarantenne che ama il viaggio e la scoperta dell’altrove sopra ogni cosa. Appena iniziato a lavorare l’investimento più ingente è stato nella scoperta del mondo. Ho iniziato dall’Europa per poi col tempo dedicarmi al resto del globo!

L’idea che si possa essere felici solo nel prossimo posto è una compagna costante del mio vivere quotidiano.

Ho sempre viaggiato con curiosità e con il cuore colmo di speranza che lì fuori da qualche parte avrei trovato uno spiraglio di serenità.
Del resto nel viaggio la mia mente libera da pregiudizi, si trasformava, prendeva forma e mi trasportava in un “tempo e un luogo” in cui ho potuto essere me stessa, capace di vivere nel presente e godermi l’attimo senza dover sacrificare nulla di me a progetti e programmi futuri o soffocare nell’ansia di dover raggiungere un traguardo.
In viaggio non correvo rischi e non avevo nulla da dimostrare. Girovagare mi offriva un rifugio, una boccata d’aria, un’evasione dalle responsabilità, dagli assili e dai doveri quotidiani. Viaggiando mi sono crogiolata nell’illusione di poter condurre una vita autosufficiente, libera e appagata. E forse il nocciolo della questione era proprio quello, trovare ciò che è assente nella propria vita, altrimenti se no perché si viaggerebbe? La valigia, la stanza di hotel, l’aeroporto e il cheek – in, erano per me come una scarica di endorfine.

Mi bastava mettere piede in quei “non luoghi” e i miei sensi si acuivano, i lineamenti si distendevano, gli occhi brillavano e il sorriso m’illuminava il volto h 24! Potevo finalmente abbandonare il mondo adulto colmo di aspettative e di senso del dovere per vivere una dolce irresponsabilità.

Ricordo ancora il primo viaggio con mia sorella, continuava a guardarmi come se mi vedesse per la prima volta; continuava a ripetere: “Guardale la faccia, non è più la stessa! Io non l’ho mai vista così felice”.
Ed aveva assolutamente ragione lei, nel viaggio rinascevo, tornavo alla vita e respiravo finalmente a pieni polmoni. Tutto mi rendeva assolutamente e “vergognosamente” felice. Qualunque fosse la destinazione, trasformavo quella meravigliosa opportunità in un viaggio interiore in qualcosa che mi rendeva più ricca.

E dopo tanti anni eccomi qui a raccontare le immagini rimaste negli occhi e nel cuore e che ancora oggi impresse nella memoria mi regalano indimenticabili emozioni!

2 pensieri su “Qualcosa su di me…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.